Tutte le notizie in breve

Tredici nordcoreani, parte del personale assegnato presso uno dei ristoranti all'estero di Pyongyang, hanno disertato e trovato rifugio in Corea del Sud.

Lo ha reso noto il ministero dell'Unificazione di Seul, secondo cui "l'operazione si è conclusa positivamente giovedì".

Sono un manager e 12 lavoratrici, ha spiegato il portavoce del ministero Jeong Joon-hee che non ha fornito altri dettagli su provenienza e rotte seguite per raggiungere il Sud a causa di motivi di sicurezza e frizioni diplomatiche col Paese coinvolto.

È il primo caso di "fuga di gruppo" da uno dei ristoranti nordcoreani all'estero, che costituiscono una fonte primaria di raccolta di valuta straniera per le casse del regime.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve