Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il leader nord coreano Kim Jong Un, sulla sinistra, e il fratellastro Kim Jong Nam, assassinato lunedì mattina all'aeroporto internazionale di Kuala Lumpur (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/WONG MAYE-E, SHIZUO KAMBAYASHI

(sda-ats)

La Corea del Nord ha criticato la Malaysia per la gestione del caso Kim Jong-nam, il fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un, assassinato lunedì mattina all'aeroporto internazionale di Kuala Lumpur.

"Rigetteremo in modo categorico l'esito dell'autopsia condotta unilateralmente senza la nostra presenza", ha detto l'ambasciatore Kang Chol, leggendo ad alta voce una dichiarazione a Kuala Lumpur.

Il diplomatico ha sollecitato la Malaysia a riconsegnare il corpo, minacciando che l'incidente non è semplice, ma è "un complotto politico" e di "forze ostili" contro Pyongyang, ha riportato l'agenzia nipponica Kyodo.

Chol, rivolgendosi ai giornalisti a lungo in attesa all'ingresso dell'obitorio, ha anche accusato la Malaysia di aver "violato le elementari leggi internazionali e le leggi consolari" negando la presenza di rappresentanti nordcoreani all'autopsia.

Sull'omicidio di Kim Jong-nam pende il sospetto che sia stato commissionato dal leader Kim Jong-un.

SDA-ATS