Tutte le notizie in breve

Il settore della costruzione è in ripresa in Svizzera.

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Dopo un netto calo del giro d'affari nel 2015, il settore della costruzione è in ripresa in Svizzera. L'apposito indice calcolato del Credit Suisse ha infatti raggiunto nel terzo trimestre il livello record di 144 punti.

Sull'insieme dell'anno, il giro d'affari dovrebbe risultare superiore a quello del 2015, precisa il comunicato odierno della Società svizzera degli impresari costruttori. Rispetto al secondo trimestre, l'indice è cresciuto nel periodo luglio-settembre di 9 altri punti. Su un anno l'incremento è stato di 17 punti.

Le previsioni riguardanti i ricavi, corrette delle variazioni stagionali, sono nettamente superiori al trimestre precedente (+6,7%).

La crescita è alimentata dal genio civile (+3%) e, soprattutto, dall'edilizia (+10,6%), in particolare dalla costruzione di abitazioni. Anche la realizzazione di edifici industriali e commerciali ha dimostrato tuttavia di essere in ripresa, si legge nella nota.

La ripresa del settore costruzioni è riconducibile soprattutto alla politica dei tassi di interesse negativi e ciò nonostante una domanda in calo di abitazioni e superfici commerciali. Insomma, il mattone viene ancora considerato un investimento sicuro.

La stabilizzazione a un livello elevato delle domande per permessi di costruzione indica che è poco probabile una rapida inversione di tendenza. A medio termine, tuttavia, il rischio di un "brusco atterraggio" per questo settore si è accresciuto.

Per l'insieme dell'anno, gli impresari costruttori si attendono volumi superiori al 2016, ma inferiori in ogni caso ai livelli record toccati nel 2014.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve