Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La sede del Credit Suisse alla Paradeplatz di Zurigo.

Keystone/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

Per la prima volta l'azione di Credit Suisse è scesa oggi in borsa sotto i 10 franchi: poco dopo l'apertura del mercato di Zurigo il titolo è stato scambiato a 9,91 franchi, segnando un nuovo record negativo.

Dall'inizio dell'anno l'azione ha perso oltre la metà del suo valore (-52%), con un indice generale SMI che è arretrato di circa il 10%. Nel 2007 - prima della crisi finanziaria - valeva 96 franchi, due anni dopo ancora 61 franchi.

Tutte le banche soffrono ormai da mesi per le incertezze globali e i bassi tassi di interesse, che sollevano importanti interrogativi sulla possibilità di generare ricavi. Il movimento al ribasso è in questi giorni accentuato inoltre dalle incognite relative alla Brexit e dai problemi con cui sono confrontati gli istituti italiani.

Credit Suisse sta comunque subendo questa fase negativa in modo ancora più marcato che altri istituti: a titolo d'esempio UBS ha perso dall'inizio dell'anno "solo" il 37%.

Gli investitori sembrano non gradire quanto sta facendo presso Credit Suisse il CEO Tidjane Thiam: dal nuovo presidente della direzione, in carica da esattamente un anno, ci si aspettava di più.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS