Tutte le notizie in breve

Urs Rohner all'assemblea generale a Zurigo

/KEYSTONE/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

Credit Suisse chiede pazienza ai suoi azionisti: l'applicazione della nuova strategia di Credit Suisse richiederà molto impegno per tutti nei prossimi due anni, ha detto il presidente del consiglio di amministrazione Urs Rohner all'assemblea generale a Zurigo.

Il corso dell'azione - sceso del 32% dall'inizio dell'anno - mostra che "il mercato non ha ancora onorato i nostri sforzi", ha aggiunto Rohner, dicendo di capire che gli azionisti non sono contenti. "Ma posso assicurarvi che non lo siamo nemmeno noi".

Il processo di riforma sarà difficile. Ma alla fine, ha promesso Rohner, l'istituto occuperà ancora più di oggi una posizione leader sul mercato svizzero, sarà un importante amministratore patrimoniale a livello globale e avrà una posizione fortissima sui mercati asiatici in espansione. Per il compito Tidjane Thiam rappresenta il CEO ideale, ha concluso.

Da parte sua Tidjane Thiam ha dichiarato che Credit Suisse sta facendo "buoni progressi" nella messa in pratica della nuova strategia. I costi di ristrutturazione avranno comunque un impatto sul risultato finanziario dell'anno in corso, ha messo in guardia il CEO.

Il manager franco-ivoriano in carica dal primo luglio 2015 ha tenuto una parte importante del suo discorso in tedesco, prima di passare alla sua lingua madre, il francese.

A suo avviso occorre al momento disciplina e concentrazione sulle priorità. Il compito di creare una "piattaforma per il futuro" è difficile e sul corto termine non sono da attendersi applausi: ma il cammino imboccato è l'unico che conduce al successo, ha detto.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve