Tutte le notizie in breve

Nuove condizioni di lavoro saranno applicate agli impiegati dei trasporti pubblici. Queste non varranno tuttavia per i collaboratori delle ditte esterne. È quanto deciso oggi dal Consiglio degli Stati approvando una riforma legislativa già adottata dal Nazionale.

L'oggetto è pronto per le votazioni finali.

Il progetto del Consiglio federale prevedeva che per le attività rilevanti per la sicurezza nel settore dei trasporti pubblici, come ad esempio la posa di binari, sia garantito lo stesso grado di protezione ai lavoratori, indipendentemente dal fatto che la ditta abbia una concessione per il trasporto pubblico o meno.

Il Parlamento ha invece deciso di stralciare questa disposizione. Queste norme non garantiscono una maggiore sicurezza, ma creerebbero maggiori spese a carico del contribuente, è stato sottolineato.

Gli altri punti della legge sul lavoro nelle imprese di trasporti pubblici sono invece stati approvati come previsto. Il testo è infatti stato elaborato con il consenso dei partner sociali, ha spiegato Hans Wicki (PLR/NW) a nome della commissione.

Per quanto riguarda le pause, finora erano regolate nella legge in modo da permettere ai dipendenti dei trasporti pubblici di rientrare al domicilio. Oggi però la maggior parte non rientra a casa per la pausa pranzo, quindi sarà possibile assegnare pause in maniera più flessibile. Anche le possibilità di lavoro notturno saranno ampliate.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve