Tutte le notizie in breve

Oggi è l'Earth Overshoot Day, cioè il giorno in cui la popolazione mondiale ha già consumato tutte le risorse terrestri (foto simbolica)

Keystone/URS FLUEELER

(sda-ats)

Oggi è l'Earth Overshoot Day, cioè il giorno in cui la popolazione mondiale ha già consumato tutte le risorse terrestri - frutta e verdura, carne e pesce, acqua e legno - disponibili per il 2016 e così inizia a sovrasfruttare il pianeta.

È il Global Footprint Network, un'organizzazione di ricerca internazionale, a calcolare la giornata, che ogni anno occorre prima poiché aumentano i consumi mondiali di natura. Nel 2015 è stata celebrata il 13 agosto, mentre nel 2000 fu a fine settembre.

"Emettiamo più anidride carbonica nell'atmosfera di quanto gli oceani e le foreste siano in grado di assorbire e deprediamo le zone di pesca e le foreste più velocemente di quanto possano riprodursi e ricostituirsi", evidenzia l'organizzazione, secondo cui per soddisfare la domanda servirebbero 1,6 Pianeti.

Il taglio della CO2 è l'obiettivo dell'accordo internazionale sul clima siglato a Parigi nel dicembre scorso. Un obiettivo che, per il Global Footprint Network, "richiede di trovare un nuovo modo di vivere ma è raggiungibile con le tecnologie disponibili, ed è economicamente vantaggioso".

Allo stesso tempo, sottolinea l'organizzazione, come singole persone ognuno può impegnarsi per il cambiamento del proprio stile di vita quotidiano. In quest'ottica è nata la campagna #pledgefortheplanet, impegnati per il pianeta, in cui si sceglie un impegno - dal ridurre il consumo di carta all'organizzare una cena 'veg' tra amici - e si condivide sui social media un selfie che lo testimonia.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve