Tutte le notizie in breve

Le prospettive economiche svizzere in aprile sono migliorate, stando all'indice pubblicato congiuntamente da Credit Suisse (CS) e dal Centro europeo di ricerca economica (ZEW) di Mannheim (D).

Il barometro, che valuta le aspettative congiunturali per i sei mesi successivi, è salito a 11,5 punti, da 2,5 in marzo.

Le prospettive sono migliorate anche per la zona euro, passando da 0,0 punti a 12,2. L'ottimismo è comunque più marcato per quanto concerne gli Stati Uniti, per i quali l'indice ha guadagnato 18,6 punti passando a 21,3, indica un comunicato diramato oggi.

Per quanto riguarda la situazione economica attuale in Svizzera, l'88,9% degli analisti interrogati (-3,2 punti percentuali) la considera "normale", precisano CS e ZEW. Il 5,5% (+2,9 punti) la trova "buona" e il 5,6% (+0,3 punti) "cattiva". L'indice che esprime la situazione congiunturale attuale della Confederazione è migliorato di 2,6 punti rispetto a quello di marzo, raggiungendo -0,1. Lo stesso indicatore per l'Eurozona è progredito di 7 punti a -15,2.

La maggioranza degli analisti prevede nuovamente, sia per la Svizzera che per la zona euro, interessi stabili a corto termine. Per quanto concerne i tassi di cambio, la gran parte degli esperti continua a prevedere un'evoluzione costante del franco nei confronti della moneta unica europea e una svalutazione rispetto al dollaro.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve