Tutte le notizie in breve

Un disegno del lander Schiaparelli fornito dall'Esa

Keystone/AP ESA/ESA ATG-MEDIALAB M.THIEBAUT

(sda-ats)

Il segnale del lander Schiaparelli è stato perduto un minuto prima che il veicolo della missione ExoMars toccasse il suolo marziano.

Le speranze di ristabilire le comunicazioni non sono comunque perdute, ha detto all'agenzia stampa italiana ANSA il direttore delle operazioni di volo dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), Paolo Ferri.

Il segnale della discesa di Schiaparelli era stato ricevuto correttamente dal radiotelescopio Gmrt (Giant Metrewave Radio Telescope) che si trova in India, a Pune, "ma si è interrotto verso la fine.

Rispetto ai tempi previsti, questo è accaduto nella fase finale, quando mancava un po' meno di un minuto al momento dell'arrivo sul suolo", ha detto Ferri.

D'altro canto, però, "quello del radiotelescopio era una sorta di esperimento". Le comunicazioni più attese erano quelle della sonda Mars Express, ma anche quest'ultima ha confermato la perdita del segnale, interrotto improvvisamente prima dell'arrivo a Terra".

Tuttavia le speranze non sono perdute. "Siamo delusi e preoccupati, ma le notizie che abbiamo finora - ha rilevato Ferri - non vogliono dire nulla ancora sull'esito dell'atterraggio: potrebbe essere successo di tutto".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve