Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo il miliardo e passa di utenti WhatsApp, anche i 900 milioni di persone che usano Messenger potranno contare su "Secret Conversations", il sistema di crittografia che rende le chat a prova di spia.

Facebook, proprietario di entrambe le piattaforme, ha confermato di aver terminato la distribuzione, iniziata in estate, della tecnologia per la privacy, che ora riguarda la totalità degli utenti. Chiamata 'end-to-end', cioè da un dispositivo all'altro, questo tipo di codifica rende leggibili i messaggi solo sui telefoni delle persone che stanno chattando.

Aggiornando l'applicazione Messenger, gli utenti che vanno a scrivere un nuovo messaggio trovano in altro a destra il disegno di un lucchetto. Selezionandolo possono iniziare una conversazione segreta. Se si seleziona l'icona dell'orologio, si può anche impostare il periodo di tempo - da 5 secondi a 24 ore - trascorso il quale il messaggio si autoeliminerà.

A differenza della chat Signal, e anche della stessa Whatsapp, l'opzione "conversazione segreta" va quindi attivata manualmente volta per volta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS