Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Agenti dell'Fbi (archivio)

Keystone/AP/M. SPENCER GREEN

(sda-ats)

Un uomo che avrebbe minacciato di uccidere il presidente Barack Obama, mettere bombe in stazioni di polizia e attaccare moschee è stato arrestato nei giorni scorsi in Massachussetts dall'Fbi.

Nella sua casa sono state trovate armi, munizioni e documenti minaccianti violenza contro i musulmani, scrivono i media Usa, riferendo che le circostanze sono emerse ieri nell'udienza in cui è comparso l'arrestato, Joseph Gargiulo, 48 anni, perito immobiliare.

L'uomo doveva rispondere però di una sola accusa, il possesso illegale di munizioni, una violazione degli obblighi imposti da un giudice dopo le denunce della sua ex moglie.

Quest'ultima aveva riferito all'Fbi che era preoccupata dal fatto che l'ex consorte stava accumulando cibo e armi e minacciava di piazzare bombe in stazioni di polizia e uccidere poliziotti. Un suo amico invece ha raccontato alla polizia che Gargiulo gli aveva confidato le sue intenzioni di attaccare moschee e che avrebbe voluto uccidere Obama mentre giocava a golf a Martha Vineyard, dove ha trascorso le sue ultime vacanze.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS