Tutte le notizie in breve

L'Ufficio federale di polizia (fedpol) segnala una nuova ondata di ransomware.

KEYSTONE/AP/DAMIAN DOVARGANES

(sda-ats)

L'Ufficio federale di polizia (fedpol) segnala oggi "una nuova ondata di ransomware", programmi informatici malevoli, spediti in allegato a mail fasulle, che prendono "in ostaggio" computer e smartphone.

Nei messaggi di posta elettronica - indica fedpol in una nota pubblicata sul suo sito web - si afferma che una data fattura non è stata ancora pagata. Il contenuto della mail è ogni volta diverso: cambiano il nome dell'impresa creditrice e l'ammontare della somma richiesta. In allegato figura un documento word - l'asserita fattura - che una volta aperto impedisce di accedere ai dati del computer. Per rimuovere il blocco viene chiesto un "riscatto" (ransom in inglese, da cui la denominazione ransomware).

Fedpol raccomanda agli internauti di sopprimere la mail senza aprire l'allegato. A chi fosse caduto nella trappola e avesse osservato danni consiglia di presentare denuncia alla polizia cantonale.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve