Tutte le notizie in breve

La Ferrovia retica (RhB) ha chiuso l'esercizio 2015 con un "risultato annuale" (utile netto) di 136'000 franchi, contro i 186'000 dell'anno prima e i 261'000 del 2013. In diminuzione i passeggeri e le vetture trasportate, ma positiva l'evoluzione del traffico merci.

Complessivamente l'anno scorso sono stati trasportati 9,4 milioni di passeggeri, il 4,5% in meno rispetto al 2014. Gli introiti del trasporto di persone sono diminuiti di circa quattro milioni a 93,8 milioni. I treni navetta hanno da parte loro caricato 467'000 veicoli (-1,2%), con introiti in calo di 0,2 milioni a 14,5 milioni di franchi. Il traffico merci, nonostante la forte competizione, ha invece consentito ricavi in aumento di 0,6 milioni a 14,1 milioni di franchi.

Al risultato annuale "complessivamente positivo" di 136'000 franchi ha contribuito l'attività secondaria costituita da immobili e prestazioni per terzi, come riparare materiale rotabile per altre ferrovie, scrive la RhB. Complessivamente i ricavi hanno raggiunto i 346,9 milioni di franchi, in cui sono inclusi i 174 milioni ricevuti da Confederazione e Cantone quali indennità per i costi di garanzia del traffico e di manutenzione delle infrastrutture.

Nel 2015 la compagnia ha investito in tutto 214 milioni di franchi (contro i 205 dell'anno prima), 56 milioni dei quali per il solo rinnovamento delle infrastrutture, in particolare per il grosso progetto "tunnel dell'Albula II", una nuova galleria destinata a sostituire l'attuale tunnel costruito nel 1903. I lavori sono cominciati il 31 agosto 2015 .

La direzione non si aspetta per quest'anno cambiamenti significativi per quanto riguarda l'andamento dell'economia. Crede tuttavia a medio termine a una leggera ripresa del turismo. "Per fare il prossimo passo avanti" - ritiene - si dovrà continuare ad ottimizzare i costi e a operare per una crescita dei viaggiatori, ammodernando stazioni e con ulteriori investimenti nell'infrastruttura e nel materiale rotabile.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve