Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'offerta combinata FFS/BMW ha riscosso molto interesse nei consumatori.

KEYSTONE/THOMAS HODEL

(sda-ats)

Ha riscosso molto interesse l'offerta che combina ferrovia e strada delle FFS e della BMW. Per un test, le due aziende hanno proposto la possibilità di acquistare un abbonamento generale (AG) di prima classe e un veicolo elettrico per 12'200 franchi all'anno.

Per i 100 posti inizialmente disponibili, si sono candidate 2'000 persone.

"Il successo ha sorpreso anche noi", ha affermato il direttore generale delle FFS Andreas Meyer in un'intervista pubblicata oggi dal settimanale svizzero tedesco SonntagsBlick. Le 2'000 candidature sono arrivate nell'arco di tre giorni, senza aver fatto pubblicità. Il numero dei partecipanti è quindi stato alzato da 100 a 150.

L'opzione "Green Class" era stata annunciata a fine ottobre e ha preso il via ad inizio anno. Oltre all'abbonamento e all'automobile i partecipanti hanno anche accesso alle offerte Mobility, PubliBike e P+Rail e ricevono una postazione di ricarica a domicilio per il veicolo elettrico. Viene così messa a disposizione "tutta la gamma di mezzi per la mobilità ad un prezzo forfettario, come avviene per l'AG", ha dichiarato Meyer.

L'obiettivo di FFS e BMW è di raccogliere informazioni utili sulla mobilità del futuro, ovvero quale mezzo viene utilizzato quando. "Tutti parlano di connessioni tra trasporti pubblici e privati, ma non esistono praticamente dati utilizzabili", ha affermato dal canto suo l'amministratore delegato per la Svizzera di BMW Kurt Egloff, anch'esso intervistato dal periodico.

La metà dei partecipanti utilizza già i mezzi pubblici, mentre gli altri sono automobilisti. I clienti registreranno su un'applicazione la loro modalità di spostamento. I dati verranno poi esaminati dal Politecnico federale di Zurigo.

SDA-ATS