Tutte le notizie in breve

C'è timore nelle Filippine per l'arrivo del supertifone Haima (chiamato Lawin nell'arcipelago), che si prevede colpirà il nord del Paese questa notte, portando venti che al momento superano i 300 chilometri all'ora in un'ara popolata da dieci milioni di persone.

Haima si sta avvicinando alla parte settentrionale dell'isola di Luzon da est. Accumulando forza sull'Oceano Pacifico, ha venti di 220 chilometri all'ora vicino al suo centro, ma con raffiche fino a 305 chilometri all'ora.

L'agenzia nazionale per la prevenzione e gestione dei disastri ha messo in allerta le autorità locali e regionali, esortandole a prendere "precauzioni di alto livello". "Non ci aspettiamo solo forti piogge e venti, ma anche allagamenti, smottamenti e inondazioni nelle aree costiere. Chi si trova in tali aree è in pericolo", ha detto in un discorso televisivo Allan Tabel, un responsabile del ministero dell'Interno.

Nelle Filippine è ancora fresco il ricordo del catastrofico tifone Haiyan, che nel novembre 2013 causò devastazioni e almeno 6300 morti nell'est del Paese.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve