Tutte le notizie in breve

L'Ex presidente filippina Gloria Macapagal Arroyo

KEYSTONE/AP/PAT ROQUE

(sda-ats)

La Corte suprema filippina ha ordinato oggi il rilascio immediato dell'ex presidente Gloria Macapagal Arroyo, detenuta in ospedale da cinque anni con l'accusa di aver usato a scopo personale introiti statali.

Secondo il portavoce del tribunale Theodore Te, il caso presenta un'insufficienza di prove.

La Arroyo (69 anni) era stata condannata all'inizio del mandato del suo successore Benigno Aquino, inizialmente per frode elettorale. Successivamente era sopraggiunto il caso dei 366 milioni di pesos (circa 7,6 milioni di franchi) delle casse della lotteria statale, una somma di cui secondo gli accusatori l'ex presidentessa - al potere per nove anni - si era appropriata.

L'ex leader filippina, che soffre di un problema al collo e si muove su una sedia a rotelle, lo scorso maggio è stata eletta al Congresso. Il suo campo l'ha sempre difesa parlando di "persecuzione politica".

Che un cambio di atteggiamento verso la Arroyo fosse nell'aria si era già capito dall'elezione del nuovo presidente Rodrigo Duterte due mesi fa. Il successore di Aquino aveva definito il caso giudiziario contro la Arroyo "debole", offrendosi di concederle la grazia.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve