Tutte le notizie in breve

La futura introduzione, dal 2018, dello scambio automatico di informazioni in materia fiscale con l'Unione europea (Ue) sta facendo aumentare notevolmente il numero di segnalazioni di clienti bancari stranieri alle autorità svizzere.

L'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) ha contato nel 2015 oltre il doppio delle segnalazioni del 2014 e quasi sette volte di più di quelle del 2011, indica oggi la Zentralschweiz am Sonntag. Il loro numero è passato dalle 149'508 alle 328'860 dell'anno scorso, stando alle recenti statistiche dell'AFC, consultabili online.

Secondo il domenicale svizzerotedesco questo netto aumento è indotto dalla prospettiva dell'introduzione dello scambio automatico di informazioni con l'Ue. Gli accordi in materia entreranno in vigore all'inizio del 2017 e un anno dopo i primi dati sui conti bancari e di deposito di titoli saranno scambiati fra Berna e Bruxelles.

Anche il programma italiano di denuncia spontanea (voluntary disclosure) ha contribuito all'aumento. Il numero di segnalazioni di clienti italiani è infatti passato da 7500 a quasi 63'000, dal 2014 al 2015.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve