Tutte le notizie in breve

Il fotografo Marc Riboud è morto oggi a 93 anni.

KEYSTONE/DPA / EPA FILES/MARTIN SCHUTT

(sda-ats)

È morto oggi a 93 anni il celebre fotografo francese Marc Riboud, dopo una lunga malattia. Ne ha dato notizia Le Monde sul suo sito Internet.

Riboud aveva legato il suo nome ad alcune foto diventate celebri ed era uno dei più prestigiosi esponenti dell'agenzia Magnum. Era noto in tutto il mondo per i suoi reportages. Nel 1953 una sua foto fu pubblicata per la prima volta sulla rivista Life, era quella diventata poi celebre di un operaio in equilibrio sulla struttura della Tour Eiffel ("Il pittore della Tour Eiffel").

Rimarrà una delle sue foto più famose nel mondo, insieme a "La ragazza col fiore", immagine di una militante contro la guerra in Vietnam che si trova di fronte uno schieramento di soldati armati davanti al Pentagono, scattata nel 1967. Furono Henri Cartier-Bresson e Robert Capa a farlo entrare alla Magnum.

Di formazione ingegnere, Riboud diventò negli anni soprattutto un fotografo di viaggi. Per lunghi periodi si stabilì in India, in Cina e in Giappone e a Cuba, dopo aver coperto le rivolte per l'indipendenza in Algeria e nell'Africa subsahariana. Fu uno dei pochi a compiere reportages nel sud e nel nord del Vietnam alla fine degli anni Sessanta. Tra le riviste che hanno pubblicato le sue foto, oltre a Life, Paris Match e Stern.

Arrivò in breve ai vertici della Magnum, di cui fu presidente dal 1974 al 1976. Tre anni dopo lasciò l'agenzia, proclamando di "non amare la competizione per la gloria" che secondo lui vi si stava sviluppando.

Era quinto di 7 fratelli, uno dei quali - Jean Riboud, morto nel 1985 - fu presidente del numero uno mondiale dei servizi petroliferi Schlumberger. Un altro, Antoine Riboud, morto nel 2002, fondò e presiedette il gigante dell'alimentazione Danone.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve