Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Francois Hollande potrebbe aver già scelto il "suo" candidato: Emmanuel Macron, già suo consigliere all'Eliseo, poi nominato ministro dell'Economia, quindi dimissionario per correre in solitario per l'elezione alla presidenza.

A svelarlo, in un'intervista a Le Journal du Dimanche, è uno stretto collaboratore del capo dello stato, l'avvocato Dominique Villemot: "Hollande appoggerà probabilmente Macron, si pronuncerà tra fine febbraio e inizio marzo". Villemot aggiunge di "non vedere quale altro candidato potrebbe sostenere".

Mentre, allo stesso giornale, la ministra dell'Ambiente ed ex compagna di Hollande, Segolene Royal, conferma la sua vicinanza a Macron ("almeno non si sveglia ogni mattina proclamando che la Francia è in guerra, è già qualcosa", ha detto in palese polemica con l'ex premier Manuel Valls), sono giunte dall'Eliseo le prime smentite.

Villemot "non parla con l'autorizzazione" della presidenza, hanno fatto sapere i servizi di Hollande. L'avvocato ha ammesso: "Le mie parole impegnano soltanto me".

SDA-ATS