Tutte le notizie in breve

Circa un terzo delle stazioni di servizio della Francia sconta una penuria parziale o totale di benzina.

KEYSTONE/AP/BERTRAND COMBALDIEU

(sda-ats)

Circa un terzo delle stazioni di servizio della Francia sconta una penuria parziale o totale di benzina a causa delle proteste contro la riforma del lavoro.

La CGT, il principale sindacato di Francia, ha confermato che le otto raffinerie del Paese sono anche oggi in sciopero. Sei di esse sono già ferme o funzionano a rilento.

Nel question time davanti ai deputati dell'Assemblée Nationale, Valls ha detto a chiare lettere che "non ci sarà nessun ritiro" della riforma del lavoro né del suo articolo 2. Quest'ultimo rappresenta uno dei punti più contestati dal sindacato in quanto - dicono gli esperti - riconoscerebbe una preminenza degli accordi aziendali sugli accordi di categoria.

Per rispondere a quei deputati dell'opposizione di centrodestra che accusano il governo socialista di ogni male, Valls, cosa rara, ha risposto con una battuta. "Il difensore della nazionale di calcio, Raphael Varane, si è infortunato, probabilmente è colpa del governo...". Poi una 'lezione' di politica ai manifestanti: "A chi è sceso in piazza e vuole far cadere il governo dico: 'non c'è alternativa a gauche, l'unica alternativa è la destra dura, quella che vuole rimettere in discussione la parità".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve