Tutte le notizie in breve

Violenze, atti di vandalismo, auto e pensiline degli autobus distrutte nella notte a Parigi. I casseurs sono entrati in azione nel 10/o e 19/o arrondissement della capitale dopo l'intervento televisivo di François Hollande.

Al termine del confronto del presidente su France 2, alcuni militanti pacifici della Nuit Debout - il nuovo movimento cittadino francese ispirato agli 'Indignados' spagnoli che protesta, tra l'altro, contro la riforma del lavoro annunciata dal governo - hanno lasciato Place de la République, la piazza in cui si riuniscono da giorni, per dirigersi davanti all'Eliseo.

E la polizia ha però deviato il loro cammino verso la 10/a e 19/a circoscrizione di Parigi. A questo punto sono entrati in azione i casseurs, spaccando auto, pensiline del bus, vetrine dei negozi e alcuni Velib', le bici in libero servizio della capitale.

Ieri sera Hollande si è confrontato per 90 minuti con tre giornalisti e quattro cittadini francesi. Davanti alle telecamere ha detto che andrà avanti con le riforme, a cominciare dalla contestata legge sulla riforma del codice del lavoro. Obiettivo della sua apparizione nel talk show 'Debat Citoyen' era quello di riconquistare popolarità a un anno dalla corsa all'Eliseo del 2017.

Per molti, però, quella del presidente più impopolare della Quinta Repubblica è stata una prestazione deludente. Questa mattina, nessuno dei grandi quotidiani nazionali ha ritenuto necessario pubblicare la notizia in prima pagina. Quanto all'audience è stata molto deludente: appena 3,5 milioni di telespettatori in prima serata.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve