Tutte le notizie in breve

Gategroup, la società zurighese specializzata nella ristorazione di bordo, su cui il gruppo cinese HNA lancia un'offerta pubblica di acquisto, nel primo trimestre 21016 ha attenuto il suo deficit.

Ha registrato una perdita netta di 6,5 milioni di franchi, contro il risultato negativo di 38 milioni di un anno fa. Il fatturato è aumentato dell'11%, a 743,3 milioni rispetto ai primi tre mesi del 2015, ha indicato oggi il gruppo. Corretti gli effetti del cambio, la progressione è dell'11,9%, mentre la crescita organica è del 5,1%.

L'utile operativo lordo (EBITDA) è raddoppiato a 22 milioni di franchi; il margine corrispondente è passato a 3%, contro 1,6% di un anno prima.

Per l'esercizio in corso Gategroup si dice ottimista: i costi sono stati ridotti e la ristrutturazione in atto mostra i suoi effetti, dichiara il presidente Xavier Rossinyol citato nel comunicato.

Gategroup, ex-filiale di Swissair, è oggetto di un'offerta pubblica di acquisto da parte di HNA Group, un conglomerato attivo in vari settori fra i quali aviazione, servizi finanziari, turismo e logistica. L'offerta è di 1,4 miliardi di franchi e dovrebbe venir lanciata il 27 maggio e concludersi il 23 giugno, seguita da un periodo supplementare dal 30 giugno al 13 luglio.

L'acquisizione non dovrebbe modificare la strategia imprenditoriale di Gategroup, che conta 28 mila dipendenti, la cui sede rimarrà in Svizzera sotto la guida dell'attuale direzione. La transazione deve permettere un'espansione su mercati in crescita.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve