Tutte le notizie in breve

Il luogo dell'aggressione alla deputata laburista Jo Cox.

Keystone/EPA/JON SUPER

(sda-ats)

La deputata britannica laburista Jo Cox è stata uccisa oggi in circostanze non ancora chiare. Secondo la BBC, è stata aggredita a coltellate e a colpi d'arma da fuoco da un aggressore che avrebbe gridato "Britain first": la Gran Bretagna prima di tutto.

L'annuncio della fatale aggressione, avvenuta a Birstall, vicino a Leeds, è stato dato nel corso di una conferenza stampa a Wakefield da Dee Collins, a capo della West Yorkshire Police, che ha fatto le condoglianze alla famiglia della vittima.

La comandante ha rivelato anche che la deputata era stata dichiarata morta sul luogo dell'attacco e che non è stato possibile rianimarla in ospedale. Un uomo è rimasto ferito, forse intervenuto per difendere Cox, ma non sarebbe in gravi condizioni.

Gli investigatori britannici mantengono per ora il riserbo sul possibile movente dell'uccisione della deputata laburista, madre di due figli piccoli. Dee Collins si è rifiutata di confermare, ma anche di smentire, che l'aggressore, indicato come Tommy Mair, 52enne, sia stato sentito gridare "Britain first".

Collins ha comunque invitato ogni testimone a farsi avanti, mentre ha precisato che sono state recuperate "alcune armi".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve