Tutte le notizie in breve

L'oggetto "incredibilmente simile a un ordigno" fatto brillare ieri dopo l'evacuazione dell'Old Trafford, lo stadio del Manchester United, era un residuo di un'esercitazione di sicurezza.

Keystone/EPA/PETER POWELL

(sda-ats)

L'oggetto "incredibilmente simile a un ordigno" fatto brillare ieri dopo l'evacuazione dell'Old Trafford, lo stadio del Manchester United, era un residuo di un'esercitazione di sicurezza condotta di recente nell'impianto con la simulazione di possibili minacce.

Lo ha rivelato la polizia britannica, secondo quanto riportano i media, precisando che era stato dimenticato da un'azienda privata coinvolta in quell'esercitazione. Il reperto è stato identificato dopo l'esplosione controllata disposta a scopo precauzionale.

Quanto accaduto all'Old Trafford è un fatto "scandaloso", "un fiasco" su cui occorre fare luce. Così si è espresso stanotte il sindaco ad interim di Manchester, Tony Lloyd, secondo cui s'impone un'indagine per capire "come è successo, perché è successo e chi ne sia il responsabile".

Il sindaco difende l'operato della polizia e "la professionalità" con cui agenti e steward hanno fatto sfollare senza incidenti migliaia e migliaia di persone. Ma denuncia come questa presunta dimenticanza - attribuita secondo una prima ricostruzione a un'azienda privata che aveva fornito a suo tempo il materiale per l'esercitazione - abbia causato "gravi disagi ai tifosi, abbia fatto perdere tempo a un enorme numero di poliziotti e ai reparti di artificieri e abbia messo inutilmente in pericolo la gente, perché evacuare decine di migliaia di persone da uno stadio di calcio non è senza rischi".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve