Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Chiusa moschea "Fussilet 33" a Berlino (foto d'archivio)

Keystone/EPA/CLEMENS BILAN

(sda-ats)

Era nota come "moschea della gente di Isis" quella colpita dal veto oggi a Berlino, nel corso di una operazione di polizia, che ha visto perquisizioni a tappeto nella capitale.

Lo hanno spiegato gli amministratori locali in conferenza stampa. "Fussilet 33" era la moschea frequentata anche da Anis Amri, l'attentatore tunisino del mercatino di Natale.

"Oggi è stato dato un segnale chiaro, per dire che qui non c'è posto per chi promuove la violenza, recluta militanti per lo stato islamico, e fa donazioni per attentati in Siria e Iraq", detto Andrea Geisel, il senatore dell'Interno della capitale tedesca.

"Berlino è una città colorata e tollerante e così deve restare, accogliendo chi fugge dalla persecuzione e dalla guerra", ha aggiunto.

SDA-ATS