Tutte le notizie in breve

Il Mein Kampf di Adolf Hitler, nell'edizione critica e scientifica curata dall'Istituto di storia contemporanea di Monaco (Ifz), è al primo posto nella lista dei bestseller di saggistica del settimanale Spiegel. E in tipografia è già in ristampa la terza edizione.

Uscito il primo gennaio scorso, a 70 anni dalla morte del dittatore, quando erano scaduti i diritti per anni affidati dagli alleati al Land della Baviera, il testo è subito andato esaurito nelle sue prime due edizioni.

Fin dall'inizio è apparso chiaro che le prudenze dell'editore sarebbero state travolte: dalle librerie erano arrivate 15.000 prenotazioni a fronte di sole 4000 copie stampate. E nonostante la voluminosità del testo (1966 pagine dovute alle 3500 note critiche), il prezzo volutamente elevato (59 euro) e il fatto che il libro non sia mai stato esposto in maniera evidente sugli scaffali, le richieste sono state eclatanti.

Con la terza edizione in ristampa si arriverà a 40.000 esemplari. Ma l'istituto storico di Monaco assicura alla tv pubblica Bayerischer Rundfunk che "il libro non è finito in mani sbagliate" e che non vi sono indicazioni di corse in massa all'acquisto da parte di estremisti di destra e neonazisti. Le segnalazioni che giungono dai librai indicano piuttosto che gli acquirenti sono soprattutto esperti e appassionati di storia e politica, dice l'editore.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve