Tutte le notizie in breve

Haruhiko Kuroda, il presidente della Banca del Giappone (Boj).

Keystone/EPA/FRANCK ROBICHON

(sda-ats)

La Banca del Giappone (Boj) ha annunciato un'espansione della propria politica monetaria tramite un raddoppio dell'acquisto di fondi comuni sul mercato per un valore di 6'000 miliardi di yen (52 miliardi di euro) su base annuale.

Al termine della riunione di due giorni conclusa oggi, l'istituto guidato dal governatore Haruhiko Kuroda, ha ridotto le stime di crescita per l'anno fiscale 2016 all'1% dal +1,2% e ha lasciato invariate le stime sull'inflazione per l'anno fiscale 2017 all'1,7%.

La decisione della Boj di espandere ulteriormente la politica monetaria tramite il raddoppio dell'acquisto di fondi Etf e garantire un incremento della base monetaria pari a 80'000 miliardi di yen, sempre su base annuale, segue l'annuncio dello scorso mercoledì del governo guidato da Shinzo Abe, che si appresta a varare un piano di stimolo per l'economia da 28'000 miliardi di yen, l'equivalente di 240 miliardi di euro.

Tra gli obiettivi dell'esecutivo quello di contenere l'impatto negativo scaturito dall'esito della Brexit nel Regno Unito. Il pacchetto prevede incrementi della spesa pubblica per infrastrutture e sforzi per accelerare le esportazioni agricole, con sussidi fiscali e programmi di investimento a lunga scadenza.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve