Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell'ex campo di sterminio ad Auschwitz, e a Varsavia davanti al Monumento degli eroi del ghetto, sono state ricordate oggi in Polonia le vittime del Olocausto, in occasione della Giornata della Memoria.

La commemorazione ad Auschwitz si è svolta in presenza di ex prigionieri di questo campo, nonché della premier polacca Beata Szydło.

"Nessuno di noi può non comprendere la vostra sofferenza" ha detto la premier rivolgendosi ai presenti. Secondo Szydlo l'Olocausto ha provocato "ferite che mai si potranno cicatrizzare".

Per il direttore del Museo di Auschwitz Piotr Cywinski bisogna far sempre attenzione perché "la storia ha la capacità di camuffarsi come un camaleonte" e potrebbe riemergere di nuovo con gli stessi orrori.

Nell'ambito delle celebrazioni della Giornata della Memoria a Varsavia, promosse dalla Fondazione Shalom e dal Teatro ebraico, sono state depositate corone di fiori al Monumento che sorge davanti al Museo Polin sulla storia di ebrei polacchi, sorto alcuni anni fa nella piazza centrale dell'ex ghetto.

Durante tutta la giornata intorno all'ex quartiere ebraico sta girando un vecchio tram, segnato (cosi come sotto l' occupazione tedesca) con una stella di Davide. L'interno del tram è vuoto proprio per ricordare simbolicamente agli abitanti della capitale il ghetto "svuotato" a causa della "Soluzione finale". Tutti i cittadini della capitale polacca sono invitati di accendere stasera candele e metterle alle finestre delle loro abitazioni.

SDA-ATS