Tutte le notizie in breve

Giovani contadini faticano a trovarsi una fattoria (foto d'archivio)

KEYSTONE/MANUEL LOPEZ

(sda-ats)

I giovani contadini qualificati faticano a trovare una fattoria da rilevare, e ciò malgrado ogni anno molti agricoltori abbandonino l'attività. Lo segnala l'Associazione dei piccoli contadini, che da due anni fornisce consulenza a chi intende acquisire un podere.

Paradossalmente - scrive oggi l'associazione svizzerotedesca Kleinbauern Vereinigung - di fronte al fenomeno della sparizione della imprese agricole c'è una forte ricerca di fattorie. Al centro di consulenza dell'associazione attualmente ci sono oltre 60 domande, a fronte di 10 contadini che vorrebbero cedere completamente la loro azienda, vendendola o affittandola.

Per le nuove leve ci sono poi parecchi ostacoli nel trovare una fattoria da rilevare al di fuori dell'ambito famigliare. Sono di ordine legale, economico e sociale, ma la maggiore difficoltà è quella finanziaria.

Se un'azienda viene ceduta a qualcuno che non è della famiglia valgono altri criteri finanziari: il valore non è relativo al rendimento ma al suo prezzo effettivo di mercato, che, a seconda delle regioni, è di almeno due volte e mezzo superiore.

Un altro ostacolo è costituito da una deroga al diritto sul suolo agricolo. Esso prevede in linea di principio un divieto di divisione della fattoria. C'è però un'eccezione disastrosa che secondo l'Associazione dei piccoli contadini viene quasi sempre fatta valere. Così poderi con la capacità di sussistere vengono spesso spartiti invece di essere mandati avanti.

Ci sono poi molti proprietari di fattorie che non sono coscienti del gran numero di giovani contadini desiderosi di continuare a gestire la loro attività. Perciò nelle prossime settimane l'associazione dei piccoli contadini intende lanciare una campagna di sensibilizzazione.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve