Tutte le notizie in breve

La Commissione europea prepara il via libera al rinnovo per un massimo di 18 mesi dell'autorizzazione all'uso del glifosato, il discusso erbicida più utilizzato al mondo, in attesa del parere dell'Agenzia europea per la chimica, l'Echa.

Lo si apprende da fonti comunitarie a Bruxelles secondo cui "il provvedimento avrebbe dovuto essere discusso ieri nel collegio dei commissari europei, ma causa il dibattito sulla Brexit, Bruxelles ha deciso di procedere al via libera tramite una procedura scritta interna alla Commissione europea".

Secondo la prassi, se nessun commissario reagisce negativamente al testo, l'Esecutivo può varare la decisione entro dopodomani, 30 aprile, quanto scade l'autorizzazione per il rinnovo.

L'obbligo di varare un provvedimento da parte di Bruxelles si è reso necessario dopo che gli Stati membri non sono riusciti a riunire sul dossier né una maggioranza a favore né contraria.

Anche un secondo testo proposto dalla Commissione Ue su nuove restrizioni all'uso del glifosato non ha ancora trovato l'accordo degli Stati membri che saranno chiamati a pronunciarsi sul documento nuovamente a luglio.

Nel testo, la Commissione europea chiede agli Stati membri di concentrare la loro attenzione sui "coformulanti": le sostanze che vengono aggiunte al glifosato per renderlo attivo, a partire dal divieto per la tallowamine, sostanza considerata tossica. Condizioni più restrittive all'uso sono previste anche per parchi pubblici e parchi giochi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve