Tutte le notizie in breve

Hupac ha accresciuto il volume dei trasporti nel primo semetre.

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Hupac ha registrato nei primi sei mesi del 2016 un aumento del 12,3% del volume dei trasporti con un totale di 376'519 spedizioni stradali, circa 40'000 in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Lo ha comunicato oggi l'operatore del traffico combinato con sede a Chiasso.

La crescita è riconducibile al traffico transalpino in Svizzera (+20,2% a 231'793 spedizioni) e a quello non transalpino (+4% a 124'640). In calo sono risultati i trasporti attraverso le Alpi in Francia e in Austria rispettivamente del 14,1% (a 1628 spedizioni) e del 10,4% (a 18'458).

"La nostra strategia di crescita si dimostra vincente nonostante il vantaggioso prezzo del gasolio per il trasporto su strada e la debolezza dell'euro", indica Bernhard Kunz, direttore di Hupac citato nella nota.

Attualmente l'impresa offre 70 partenze settimanali per trasporti a profilo di quattro metri tra l'Italia e le destinazioni Rotterdam, Zeebrugge (Belgio), Anversa, Colonia, Ludwigshafen (Germania), Lubecca e Taulov (Danimarca) via Lötschberg (VS/BE) e Brennero (I/A).

Nel secondo semestre 2016 saranno introdotte altre dieci partenze per rafforzare l'offerta attraverso il corridoio di quattro metri del Lötschberg.

Nel 2020 diventerà una realtà anche il corridoio di quattro metri via Gottardo: "Intendiamo presentare già oggi prospettive al mercato, al fine di accelerare a tempo debito il processo di trasferimento del traffico", sottolinea Kunz.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve