Tutte le notizie in breve

Jeremy Corbyn, leader dei laburisti, ha rivendicato la vittoria di Sadiq Khan a Londra.

KEYSTONE/EPA/FACUNDO ARRIZABALAGA

(sda-ats)

Il laburista Sadiq Khan, 45 anni, figlio di immigrati pachistani musulmani, è il nuovo sindaco di Londra. Lo riferisce Sky News, sulla base di conteggi che mettono fuori gioco il conservatore Zac Goldsmith.

l Labour ha rivendicato il successo con un tweet del leader Jeremy Corbyn che si congratula con Khan.

Poco importa che Sadiq Khan, il nuovo sindaco, già fedelissimo dell'ex leader Ed Miliband, non sia un corbyniano organico. La sua resta infatti una vittoria targata Labour, una svolta dopo otto anni di potere del carismatico conservatore Boris Johnson.

Khan, il figlio dell'autista pachistano di bus cresciuto in una casa popolare, ha battuto nettamente il conservatore Zac Goldsmith, erede di una dinastia miliardaria di banchieri e aristocratici, figlio del finanziere sir James Goldsmith e di lady Annabel Vane-Tempest-Stewart, regina dei salotti e della vita notturna londinese. A Goldsmith non è servito schierarsi al fianco del popolare Johnson nella campagna referendaria anti-Ue, né abbandonare l'aplomb da gentleman per cavalcare - con toni ai limiti del razzismo, secondo le voci critiche - la paura del sindaco "islamico".

Khan lo ha spazzato via, ma non è solo il primo 'mayor' musulmano che rompe un tabù: può essere il sindaco di tutti i nuovi venuti, gli outsider e i dimenticati di una megalopoli che - con il suo scintillio e le sue contraddizioni - si nutre del loro lavoro. Una città in cui gli anglosassoni bianchi non superano oggi il 45% e senza la cui spinta, senza i cui soldi (speculazioni incluse) la vecchia Inghilterra non sarebbe ormai se non una nazione insulare di media grandezza in declino.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve