Tutte le notizie in breve

Almeno 200 persone sono morte negli ultimi giorni in tre Stati indiani a causa delle alte temperature, che hanno toccato punte anormali per la stagione, e che sono attualmente accompagnate da una intensa siccità nel centro e nell'est indiano.

Lo riferisce Ndtv esaltando anche la emblematica morte di una bambina di 12 anni in un villaggio del Maharashtra. La piccola, di nome Yogita Ashok Desai, è crollata a terra ieri sotto il sole mentre stava cercando di raggiungere una pompa manuale a mezzo chilometro da casa sua.

Il Dipartimento di meteorologia indiano ha confermato che aprile sta registrando una insolita ondata di caldo, con punte fino a 46 gradi, superiori di cinque o sei gradi a quelle normali per la stagione.

Secondo i resoconti parziali della stampa, fra le vittime finora registrate circa 100 sono in Telangana, 55 in Orissa e 45 in Andhra Pradesh.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve