Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Passi in avanti della medicina

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Messo a punto con l'aiuto dei computer un nuovo vaccino universale contro l'influenza, attivo contro l'88% dei ceppi dei virus finora noti.

Il risultato, pubblicato sulla rivista Bioinformatics, arriva dal nuovo approccio che apre la strada alla possibilità di 'progettare ' vaccini ad ampio spettro, nato dalla collaborazione tra le università britanniche di Aston e Lancaster e la spagnola Complutense di Madrid.

I tradizionali vaccini contro l'influenza stagionale devono essere aggiornati ogni anno sulla base dei nuovi ceppi di virus in circolazione.

Una soluzione sicura, ma non sempre efficace perché i virus possono mutare in modo imprevedibile e aggirare tutte le nuove difese introdotte grazie al vaccino. Per arginare il problema i ricercatori hanno puntato a un nuovo approccio, basato sull'analisi dei genomi dei virus, simulazioni al computer e sull'uso di nuove 'istruzioni' per le difese immunitarie.

Il risultato è un vaccino capace di difendere contro l'88% dei ceppi influenzali in circolazione nel mondo e il prossimo passo sarà quello di trovare un accordo per lo sviluppo del vaccino per la produzione su larga scala.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS