Iniziativa per tagliare sovvenzioni a chi usa pesticidi


 Tutte le notizie in breve

In futuro le aziende agricole che fanno uso regolare di antibiotici o pesticidi potranno essere escluse dai pagamenti diretti. L'Associazione Sauberes Wasser für alle, letteralmente acqua pulita per tutti, lancerà domani un'iniziativa in questo senso.

Il testo è stato pubblicato oggi nel Foglio federale.

I promotori hanno tempo fino al 21 settembre 2018 per raccogliere le 100'000 firme necessarie. L'iniziativa "Acqua potabile pulita e cibo sano - No alle sovvenzioni per l'impiego di pesticidi e l'uso profilattico di antibiotici" vuole che la Confederazione provveda affinché l'agricoltura contribuisca efficacemente a garantire l'approvvigionamento della popolazione con derrate alimentari sane e acqua potabile pulita.

I pagamenti diretti saranno sottoposti alle condizioni di rispettare le esigenze ecologiche come la conservazione della biodiversità, una produzione esente da pesticidi e un effettivo di animali che può essere nutrito con il foraggio prodotto nell'azienda.

Queste sovvenzioni saranno tolte alle imprese agricole che fanno un uso profilattico di antibiotici nella detenzione di animali o il cui sistema di produzione rende necessario la somministrazione regolare di antibiotici. La concessione di altri aiuti (per ricerca, formazione e investimenti) sarà sottoposta alle stesse condizioni.

Un'altra iniziativa, "Per una Svizzera senza pesticidi sintetici", lanciata in novembre, vuole proibire l'utilizzo di pesticidi di sintesi nell'agricoltura, nella trasformazione dei prodotti agricoli ma anche nella cura del paesaggio. Più in generale, le iniziative che concernano l'agricoltura si sono moltiplicate negli ultimi anni.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve