Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Iran: incendio Teheran, molte persone bloccate sotto macerie.

KEYSTONE/AP/EBRAHIM NOROOZI

(sda-ats)

Sono continuate tutta la notte e proseguono oggi le ricerche di dispersi a Teheran nel crollo del centro commerciale Plasco, un edificio di quindici piani, a seguito di un incendio sviluppatosi ieri mattina.

Secondo le stime diffuse finora, sarebbero morti 30 Vigili del fuoco e altre 88 persone sono rimaste ferite. Ma altre sarebbero ancora intrappolate nei piani interrati dell'edificio. Per questo le squadre di soccorso stanno scavando tunnel tra le macerie per poterle portare in salvo.

Intanto dai resti del Plasco si sta sprigionando un denso fumo bianco che sembra in continuo aumento, mentre i tecnici hanno riferito che anche gli edifici vicini sono a forte rischio di crollo.

All'interno del complesso distrutto operavano circa 600 unità commerciali, di cui circa 400 erano attive nel settore dell'abbigliamento.

La notte scorsa molte persone si sono radunate davanti alla centrale dei Vigili del fuoco di Teheran con candele accese per commemorare i vigili morti nel crollo e per pregare per coloro che sono bloccati sotto le macerie.

Il complesso commerciale Plasco era stato costruito da un imprenditore ebreo nel 1962. Dopo la rivoluzione del 1979 fu confiscato e divenne di proprietà della potente Fondazione degli Oppressi (Mostazafan). L'edificio Plasco ha preso fuoco intorno alle ore 8 di ieri mattina ed è crollato alle 11.30 a seguito di una serie di esplosioni avvenute al decimo piano.

SDA-ATS