Isis: saliti a 11 gli arresti a Vienna e Graz in blitz


 Tutte le notizie in breve

È salito a 11 il numero degli arrestati nell'operazione antiterrorismo di questa mattina in Austria, che ha impegnato 800 agenti a Vienna e Graz. Immagine d'archivio.

KEYSTONE/AP/RONALD ZAK

(sda-ats)

È salito a 11 il numero degli arrestati nell'operazione antiterrorismo di questa mattina in Austria, che ha impegnato 800 agenti a Vienna e Graz. Lo ha precisato la procura di Graz, riferisce l'agenzia APA.

Gli arrestati, di età compresa fra i 21 e i 49 anni, sono sospettati di aver aderito all'Isis.

L'APA riporta la nazionalità solo degli otto arrestati in un primo momento: "tre austriaci con origini migratorie, due bosniaci, un siriano, un bulgaro e un macedone".

Per gli altri tre, per i quali è scattata la custodia cautelare dopo gli interrogatori, parla più genericamente di "persone dell'area balcanica".

Nell'operazione sono state perquisite due moschee e diverse abitazioni a Graz e Vienna, ha proseguito la procura di Graz, senza però aggiungere ulteriori dettagli "per evitare di mettere in pericolo le indagini in corso".

Il sindaco di Graz, Siegfried Nagl, ha parlato di "un'azione di successo" da parte delle forze di sicurezza e ha detto di "essere stato informato due giorni fa del blitz" previsto: l'operazione "è il risultato di molti mesi di osservazioni e non è legata all'arresto del 17enne austriaco-albanese avvenuta venerdì scorso a Vienna", ha concluso Nagl.

L'APA conclude che "non è stata confermata" l'indiscrezione pubblicata dal Kurier online secondo cui gli arrestati avrebbero cercato di costituire un'organizzazione radicale islamica e di reclutare militanti.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve