Israele: 'Hrw fa propaganda', niente visto a capo staff


 Tutte le notizie in breve

Le autorità israeliane hanno negato un visto di lavoro al direttore di Human Rights Watch (Hrw) per Israele e Palestina Omar Shakir, perché "l'ong non è una vera organizzazione umanitaria e fa propaganda palestinese". Lo riferisce la stessa Hrw in una nota.

"Siamo stanchi di porgere l'altra guancia", ha spiegato ai media il portavoce del ministero degli esteri israeliano Emmanuel Nachshon. "L'organizzazione - ha aggiunto - opera in maniera evidente ed inequivocabile contro lo Stato d'Israele, in un modo totalmente sbilanciato".

I media israeliani hanno ricordato che in passato ricercatori di Hrw hanno invece avuto possibilità di fare base in Israele per documentare infrazioni dei diritti umani in Cisgiordania e a Gaza, nonché nella stessa Israele.

L'ong ha respinto le accuse ed ha sottolineato che alcuni suoi documenti sono risultati sgraditi anche all'Autorità nazionale palestinese e a Hamas. "La decisione - ha proseguito Human Rights Watch - segna un cambio inquietante dopo circa un trentennio durante il quale lo staff dell'organizzazione ha avuto regolare accesso senza impedimenti in Israele e in Cisgiordania. Israele, tuttavia, ha respinto l'ingresso di Hrw a Gaza fin dal 2010, eccetto una visita nel 2016".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve