Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Israele: migliaia a manifestazione solidarietà ebrei-arabi.

KEYSTONE/EPA/ABIR SULTAN

(sda-ats)

Al grido di 'Rifiutiamo di essere nemici' migliaia di israeliani, ebrei e musulmani, hanno partecipato ieri a Tel Aviv a una manifestazione organizzata da diversi gruppi di sinistra assieme con il Partito comunista.

All'origine della manifestazione vi sono le recenti demolizioni di abitazioni abusive da parte della polizia in due località arabe. In una di esse, nel villaggio di Um el-Hiran (Neghev), si sono sviluppati duri scontri conclusisi con la morte di un beduino del posto e di un agente di polizia.

Il deputato comunista Dov Chenin ha detto che la manifestazione costituisce "una voce di speranza e di normalità di fronte ad un governo che sceglie la incitazione e l'odio". "Non consentiremo al premier israeliano Benyamin Netanyahu - ha promesso - di accendere fiammate di odio" a danno della minoranza araba. Alla manifestazione ha partecipato anche Amal al-Khyam, la vedova del beduino rimasto ucciso negli incidenti di Um el-Hiran.

SDA-ATS