Tutte le notizie in breve

Un'immagine del Cervino (foto d'archivio).

Keystone/DOMINIC STEINMANN

(sda-ats)

Nove alpinisti sono bloccati nel rifugio Capanna Carrel (3830 mt), sul versante italiano del Cervino, a causa del maltempo (annunciato dai bollettini).

Sono quattro italiani, tre sloveni e altri due est-europei, sorpresi dalla bufera di neve ieri. Con loro si trovano due soccorritori.

"A piedi è proibitivo scendere con quelle persone, si deve aspettare l'elicottero. Una finestra di condizioni migliori è attesa tra le 14 e le 16, poi è previsto un peggioramento", spiega Massimiliano Giovannini, al comando del Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia.

I due finanzieri hanno soccorso tre italiani, dopo che il quarto, dal rifugio, aveva dato l'allarme verso le 17. Erano bloccati mentre scendevano dalla Gran Corda (4000 mt), vicino al Pyc Tindall. I soccorritori sono stati portati dall'elicottero della Protezione civile fino al limite delle nuvole, a 3400 metri: alle 22 hanno raggiunto i tre, riportandoli a Capanna Carrel verso la mezzanotte. Le altre cordate si sono messe in salvo da sole.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve