Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ha cercato di aiutare un gruppo di migranti etiopi a varcare il confine con la Svizzera, accompagnandoli dalla stazione di Como fino al valico di Porto Ceresio, dove ha acquistato i biglietti per un bus diretto in Ticino.

L'uomo, un nigeriano di 32 anni residente da otto mesi in un centro di accoglienza profughi a Gallarate (Varese), è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Gli etiopi, cinque uomini e una donna, facevano parte del gruppo di migranti che da giorni staziona nell'area dello scalo ferroviario di Como, nel tentativo di entrare in Svizzera per raggiungere il Nord Europa. I carabinieri di Varese li hanno bloccati mentre stavano per salire sul bus a Porto Ceresio, arrestando il nigeriano che, forse in cambio di denaro, li aveva accompagnati sfruttando la sua maggiore conoscenza del territorio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS