Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quote societarie, fabbricati, terreni, rapporti finanziari e anche un villaggio turistico per un valore complessivo di 217 milioni sono stati confiscati dalla Guardia di finanza italiana ad un imprenditore ritenuto vicino alla 'Ndrangheta calabrese.

Tra i beni confiscati anche il villaggio turistico 'Gioiello del Mare' di Brancaleone, in provincia di Reggio Calabria.

Gli accertamenti hanno portato alla luce una discordanza tra il patrimonio a disposizione dell'imprenditore e il reddito dichiarato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS