Tutte le notizie in breve

In Italia si considera la possibilità di riprodurre l'esperienza della "voluntary disclosure". Per il momento nulla è deciso.

"Non c'è una decisione presa al riguardo ma è una opzione sul tappeto, che potrebbe portare a una riproposizione di quello strumento riadattato a una seconda fase". Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio italiano Tommaso Nannicini rispondendo all'emittente televisiva SkyTg24 sull'ipotesi di riproporre la "voluntary disclosure".

Al momento non ci sono valutazioni di possibili nuovi incassi: "Ancora è prematuro, intanto stiamo monitorando la 'fase 1' che ha portato risultati sopra le aspettative".

La "voluntary disclosure" ha consentito agli italiani che detenevano conti all'estero non dichiarati al fisco, di sanare la loro posizione, anche penale, pagando le relative imposte e le sanzioni in misura ridotta.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve