Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tribunale di Ivrea ha condannato a 5 anni e due mesi l'italosvizzero Carlo De Benedetti imputato nel processo per le morti da amianto fra gli ex operai Olivetti. L'accusa aveva chiesto nei suoi confronti 6 anni e 8 mesi per omicidio colposo e lesioni.

L'ingegnere doveva rispondere di omicidio colposo (ci sono altri sedici imputati, fra cui il fratello Franco De Benedetti e l'ex ministro Corrado Passera) in qualità di amministratore delegato e presidente del consiglio di amministrazione dal 1978 al 1996.

La giudice Elena Stoppini ha pronunciato in tutto tredici condanne. A Passera ha inflitto un anno e 11 mesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS