Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Numero chiuso per i turisti a Venezia?

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

"Io credo al numero chiuso. Venezia non può sopportare più di un certo numero di visitatori al giorno, quindi i flussi vanno rigorosamente regolamentati". Lo afferma il governatore del Veneto Luca Zaia in un intervento pubblicato oggi sul Corriere della Sera.

"Non credo invece al versamento di una somma per ingresso e visita: Venezia deve restare alla portata di tutti", precisa. "Sono convinto che un obolo - anche simbolico - ogni italiano lo debba mettere in conto, come contributo e segno di rispetto per una città universale; ma non concordo sul fatto che la visita diventi accessibile per reddito.

"Quanto alle grandi navi - prosegue Zaia - è sufficiente un rapido esame in archivio per vedere declinata la mia frase: 'Fuori le navi dal bacino di San Marco!'. Non è però certamente colpa della Regione Veneto se la questione è regolata (si fa per dire) da un decreto sul quale ben tre ministeri danno vita a una guerra intestina di cui non si intravede la fine".

SDA-ATS