Tutte le notizie in breve

È di almeno otto civili morti, tre agenti di polizia dispersi e decine di feriti il bilancio provvisorio delle manifestazioni svoltesi oggi in Kashmir.

Queste sono state organizzate dopo l'uccisione ieri da parte delle forze dell'ordine di Burhan Wani, giovane comandante del gruppo separatista Hizbul Mujaheddi. Lo riferisce l'agenzia di stampa Ani.

Durante una conferenza stampa a Srinagar i responsabili delle forze di sicurezza indiane hanno precisato che vi sono stati incidenti in varie parti dello Stato e che i manifestanti, "particolarmente violenti", hanno appiccato il fuoco a cinque edifici, fra cui tre presidi della polizia, e ad alcuni veicoli.

Wani, che aveva appena 20 anni e aveva aderito all'Hizbul Mujaheddin quando ne aveva 15, era un simbolo della lotta per l'indipendenza del Kashmir nei social media.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve