Tutte le notizie in breve

Un poliziotto francese posa dei fiori in memoria dell'agente ucciso questa notte da Larossi Abballa.

Keystone/AP/THIBAULT CAMUS

(sda-ats)

Larossi Abballa, il killer della coppia di poliziotti uccisi ieri sera a 50 km ad ovest di Parigi, ha spiegato alla polizia - che stava per dare l'assalto alla casa in cui si era trincerato - di agire "per rispondere al comunicato dell'emiro" Al Baghdadi.

Lo ha detto il procuratore della Repubblica, François Molins, in una conferenza stampa a Parigi.

In un appello del portavoce al Adnani, diffuso il 21 maggio, l'Isis invitava ad attaccare gli Stati Uniti e l'Europa durante il mese del ramadan, cominciato il 6 giugno.

Ai negoziatori che tentavano di convincerlo ad arrendersi, Larossi Abballa ha detto, fra l'altro, di sapere che la sua vittima era un poliziotto. Il killer ha pure affermato di essere "musulmano praticante" e di aver "giurato fedeltà tre settimane fa al capo dei credenti dello Stato islamico, l'emiro Al-Baghdadi".

Nell'auto di Larossi Abballa la polizia ha ritrovato un Corano, una gellaba (o djellaba, la tradizionale tunica da uomo) e due libri, "Fede autentica" e "Spiegazione dei fondamenti". Sul luogo del crimine, sono invece stati ritrovati tre telefoni e tre coltelli, uno dei quali insanguinato.

Il killer ha tra l'altro postato le immagini della sua azione sulla sua pagina Facebook, aperta con il nome di Mohamed Ali.

Secondo quanto riferisce il sito di Le Figaro, che ha avuto accesso al verbale della polizia, il comandante del commissariato dei Mureaux, ucciso stanotte da Abballa, dopo essere stato accoltellato ha cercato di avvertire i vicini di casa del pericolo che stavano correndo. Dopo i primi colpi di coltello ricevuti, l'ufficiale, 42 anni, ha gridato ai vicini del suo palazzo di fuggire e di avvertire i suoi colleghi.

Successivamente, l'aggressore lo ha lasciato morente e si è barricato in casa con la compagna della vittima, Jessica, e il figlio di 3 anni e mezzo, che è l'unico superstite dell'attacco.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve