Tutte le notizie in breve

Il tasso di occupazione dei cinque municipali della cittadina neocastellana di Le Locle non aumenterà dal 50 all'80% e il loro salario rimarrà immutato. Questo l'esito della votazione comunale tenutasi nel fine settimana.

Il Partito operaio e popolare (POP, comunista) aveva lanciato il referendum contro le due proposte modifiche del regolamento comunale e l'esito della votazione costituisce un rovescio per le autorità e la maggioranza dei partiti, che ne avevano raccomandato l'accettazione.

Il decreto sull'aumento del tempo di lavoro è stato respinto con 1426 voti contro 1153, quello sul conseguente aumento dello stipendio annuale da 96'849 a 150'119 franchi è stato bocciato con 1645 voti contro 934. La partecipazione al voto è stata del 32,2%.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve