Tutte le notizie in breve

Riprendono oggi i dibattiti alle Camere federali (fino alle 12.30). Quale primo tema al Consiglio nazionale figura l'estensione della libera circolazione alla Croazia, oggetto che ritorna sui banchi della Camera del popolo per l'eliminazione di una divergenza.

Il Nazionale dovrà infatti pronunciarsi pro o contro l'aggiunta voluta dagli Stati, ossia di condizionare la ratifica dell'estensione della libera circolazione a Zagabria a condizione che il Consiglio federale abbia trovato una soluzione con l'Ue per gestire l'immigrazione senza infrangere la Costituzione federale (in particolare, l'articolo 121a che limita l'attivo in Svizzera di lavoratori europei).

La maggioranza della commissione preparatoria del Nazionale propone una formulazione simile a quella votata dai "senatori". Una prima minoranza proporrà la versione degli Stati, mentre una seconda minoranza chiederà che venga confermata la prima versione del decreto - quindi senza alcuna specificazione - approvata lo scorso aprile dal plenum.

Il Consiglio federale ha fatto sapere che una ratifica verrà presa in considerazione solo dopo che sul tema dell'immigrazione sarà stato trovata una soluzione con Bruxelles.

Al Consiglio degli Stati il programma prevede una discussione sul programma di armamento 2016 della Confederazione del valore di 1,34 miliardi di franchi. Il plenum dovrà ancora confermare il credito massimo di 5 miliardi l'anno per il periodo 2017-2020.

Tale somma è superiore a quanto richiesto dallo stesso Consiglio federale che, per motivi di risparmio, domanda di stringere la cinghia riducendo il credito a 18,8 miliardi.

L'agenda dei lavori contempla anche un dibattito sull'iniziativa parlamentare di Fabio Regazzi (PPD/TI) volta a mitigare gli effetti "collaterali indesiderati" del programma "Via sicura"

sda-ats

 Tutte le notizie in breve