Tutte le notizie in breve

Dopo il blitz nella Mezzaluna petrolifera le forze del generale Khalifa Haftar, legate a Tobruk, hanno ripreso l'avanzata verso ovest e hanno "conquistato il villaggio di Harawa, a circa una cinquantina di chilometri a est di Sirte".

Si avvicinano così alla città dove sono impegnate le milizie di Misurata legate a Tripoli che combattono l'Isis.

"La brigata di fanteria 152, diretta da Abdel Hakim Emmezab e sostenuta dall'organismo per la lotta al terrorismo di Ajdabiya ha annunciato il controllo di Harawa, a est di Sirte", si legge sulla pagina Facebook dell'esercito di Haftar, che si chiama 'Operazioni delle forze armate nazionali'.

Fonti militari ben informate hanno aggiunto al sito Afri Gate News che "un gran numero di persone armate, legate a Ibrahim al Jedran, hanno consegnato le loro armi e veicoli alle forze armate".

Le stesse fonti hanno aggiunto che le "operazioni militari condotte ad Harawa non sono dirette contro le milizie di Misurata che operano a Sirte contro Daesh, un nemico comune e che non ci sarà mai uno scontro con alcuna forza militare nella regione di Sirte".

Ad Harawa si era rifugiato Ibrahim Jedran, capo delle guardie petrolifere cacciato da Haftar dai terminal. Lo riferiscono fonti militari nel loro sito web.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve